Le città del tufo: Pitigliano, Sovana, Sorano

Il tufo è una roccia straordinaria. Grazie alla sua consistenza, nell’antichità ha permesso svariati utilizzi. La creazione di canali e cisterne per l’acqua. Lo scavo di strade e vie di comunicazione. L’apertura di magazzini e cantine. L’impiego come materiale edile per la costruzione di case, edifici pubblici, tombe, ecc.
Primi ad approfittarne furono gli Etruschi, poi i romani e ancora le popolazioni in epoca medievale. Il risultato di tutto questo sono le cosiddette “Città del Tufo”, Pitigliano, Sovana e Sorano, stupefacenti monumenti alle prerogative di questa pietra.

 

Veduta notturna di Pitigliano (foto M. Tisi).

Veduta notturna di Pitigliano

Camminare per le strade delle cittadine dell’area dei tufi è un’esperienza estremamente suggestiva e oltretutto interessante sotto il profilo storico, artistico e culturale. Permette di scoprire borghi abbarbicati sui colli, dove si sovrappongono e compenetrano vasti complessi di epoca etrusca, resti di epoca romana e spettacolari edifici di epoca medievale. Il tutto all’insegna della tipica tinta rossastra del tufo.

Il fascino delle “Città del tufo” nasce da una una straordinaria ricchezza e varietà di forme: insediamenti rupestri, necropoli etrusche, le impressionanti “vie cave” con le loro alte pareti scavate nella roccia, grotte, vicoli medievali, rocche e palazzi cinquecenteschi, chiese medievali e barocche.

 

Suggestiva veduta di Sorano.

Suggestiva veduta di Sorano

Pitigliano si erge su un colle tufaceo, circondato da profondi burroni. Un luogo dove il dominio medievale degli Orsini si intreccia con il Cinquecento e il barocco. Un centro famoso anche per l’importante comunità ebraica.

Su un altro colle sorge Sorano, borgo caratteristico per l’affastellarsi di case medievali, edifici cinquecenteschi, cinte murarie, tra cui si insinua una maglia di stretti e suggestivi vicoli.

 

Piazza di Sovana (foto M. Tisi).

Piazza di Sovana

Sovana è il centro più piccolo delle Città del Tufo, ma è anche quello in cui si mescolano maggiormente le testimonianze di tante epoche, amalgamandosi in un insieme unico. Le grandi vestigia etrusche, in parte rappresentate dalle necropoli e in parte inglobate nel tessuto cittadino stesso. La presenza romana. La prosperità medievale che ancora si manifesta nei resti della Rocca Aldobrandesca e nei numerosi edifici. E poi la suggestione delle misteriose “vie cave”…

Da Poggio Mirabile si possono raggiungere le Città del Tufo con due percorsi diversi di circa 20 km. In un caso, s’incontra per prima Pitigliano e a seguire le altre, a distanza di circa 5 km. Nel secondo caso, si tocca per prima Sovana.

Modulo di prenotazione camere

Nome e cognome (*):

Email (*):

Telefono:

( Indicare il numero di telefono senza punti, trattini, parentesi o altro )

Data di arrivo:

Data di partenza:

Numero persone:

Numero camere:

 

Note aggiuntive (eventuali):

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo le modalità indicate nella Privacy policy.

Per prenotare la tua camera all'Agriturismo Poggio Mirabile, compila il modulo precedente. Nei prossimi giorni verrai contattata/o dalla nostra responsabile per completare la prenotazione.
Per i termini di prenotazione visita la pagina "Prenotazioni".